Elenchi speciali e registrazione agli Ordini per chi non ha titoli abilitanti

Che il classismo sia un concetto tutto dell’Italia lo sapevamo, specialmente se parliamo di onori e privilegi ordinistici. Questa situazione esiste in tutto il mondo. Una categoria professionale crea ordini ed elenchi per proteggere la propria identità, e, specialmente quando parliamo di professioni sanitarie, per proteggere il cittadino.

L’attuale governo si è sicuramente riproposto di ripulire il marcio che c’è nella politica e, nella fattispecie, di evolvere il SSN ad un nuovo livello. Negli ultimi mesi siamo stati sommersi da post che sottolineavano le intenzioni del governo giallo-verde, di aumentare salari e diritti ai lavoratori infermieri e medici. Nulla di questo è accaduto, bensì sembra che la manovra appena passata al senato abbia una deroga che abbia fatto molto discutere.

Per motivi che ci hanno segnalato bisogna sottolineare che gli infermieri non sono assolutamente toccati da questo provvedimento.

Questa deroga in pratica tenta di risistemare delle difficoltà incontrate con la precedente Legge Lorenzin. Per entrare a fare parte di elenchi speciali negli ordini e di conseguenza esercitare una professione tecnico sanitaria, basterebbero 3 anni di operato negli ultimi 10 anni. Un esempio sono quei tecnici di laboratorio con maturità professionale quinquennale che si sono ritrovati a non poter accedere a nessun ente ordinistico.

La manovra dà il via libera a chi esercita professioni sanitarie senza titolo. Nella legge di bilancio compare una deroga per l’iscrizione agli ordini per chi ha svolto professioni sanitarie senza il possesso di un titolo abilitante per l’iscrizione all’albo. Il riferimento è a tecnici sanitari e di laboratorio, tecnici della riabilitazione e della prevenzione, potranno continuare a svolgere l’attività professionale iscrivendosi in appositi elenchi speciali, se hanno lavorato per un periodo minimo di 36 mesi, anche non continuativi, negli ultimi 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: