News Benessere e Salute
Con addio a cibo spazzatura, crisi d’astinenza in agguato

Quando si smette di mangiare cibo spazzatura, da patatine fritte a dolci, bibite e snack, si avvertirà, almeno per la prima settimana di rinunce, gli stessi sintomi di astinenza di un tossicodipendente che inizia a disintossicarsi da una droga. In agguato quindi al mal di testa, all’irritabilità fino all’ansia e la depressione. Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista Appetite e condotto da Erica Schulte presso la University of Michigan.
In passato diversi studi hanno suggerito che il consumo di cibo spazzatura dà dipendenza come fumo, alcol e droghe, investendo medesime aree cerebrali – in particolare i centri nervosi dell’appagamento e del piacere.
Questo lavoro punta l’attenzione sui sintomi d’astinenza di chi decide di dire addio al cibo che fa male ma che gratifica molto il palato.
Gli esperti hanno coinvolto 231 volontari che avevano deciso di smettere di mangiare ‘schifezze’, dotandoli di uno strumento per annotare tutti i sintomi fisici e psicologici che avvertissero nei giorni in cui cominciavano ad astenersi dal cibo spazzatura. È emerso che già al secondo giorno di astinenza, e almeno fino al quinto, si fanno sentire tristezza, desiderio di addentare qualche ‘schifezza’, irritabilità. Nei giorni a seguire queste sensazioni sgradevoli tendono a scemare.
Secondo gli esperti sapere cosa succede quando si intraprende una dieta può suggerire nuove strategie per massimizzarne le chance di successo e dunque per evitare ‘ricadute’ e tenere i pazienti lontani dal cibo che fa male.(ANSA).

About the author

Nato a Maglie in Provincia di Lecce, laureato in Infermieristica presso l'Università degli Studi di Siena. Presta servizio inizialmente presso un poliambulatorio specialistico specializzandosi nella lettura di ECG. Diviene Istruttore di BLSD Adulto e Pediatrico dell'American Heart Association. Nel Marzo 2015 lavora come Staff Nurse in Chirurgia d'Urgenza, presso il Darlington Memorial Hospital a Darlington (United Kingdom). Nel Giugno 2017 ottiene il ruolo di Surgical Nurse Practitioner in Clinical Decision Unit dove si specializza nell'assessment del paziente chirurgico e il trattamento farmacologico. E' ideatore e fondatore di TheNursingPost.com. Ricopre le cariche di: -Presidente dell'Associazione Culturale "Ad Maiora" attiva nel campo della divulgazione scientifica -Supplente dei Revisori dei Conti del Collegio IPASVI di Lecce -Presidente dei Revisori dei Conti del Nucleo CIVES di Lecce

Related Post

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: