Martha Rogers

Martha Rogers nasce nel 1914 in Texas e muore nel 1994 in Tennessee, è la fondatrice della teoria conosciuta come “Science of Unitary Human Beings” o teoria dei campi di energia.

Alcune delle sue opere più famose sono:

  • Educational Revolution in Nursing (1961);
  • Reveille in Nursing (1964);
  • An Introduction to the Theoretical Basis of Nursing (1970).

La Rogers ha una visione globale dell’uomo, influenzata dallo studio di numerosi filosofi e scienziati, come Einstein, infatti per lei: “L’uomo è un tutto unificato che possiede la propria integrità e che manifesta caratteristiche che sono più della somma delle sue parti e differenti dalla somma delle sue parti”. 

Il modello concettuale della Rogers di basa su cinque presupposti:

  • L’uomo è l’insieme delle sue parti unificate che possiede la propria integrità e manifesta caratteristiche che sono superiori e diverse dalla somma delle sue parti (campi di energia);
  • L’uomo e ambiente sono sistemi aperti in continua interazione scambiandosi vicendevolmente materia ed energia;
  • Il processo vitale, di cui l’essere umano fa parte,  si evolve lungo un continuum spazio-temporale  in modo irreversibile lungo una unica direttrice che non gli permetterà mai di tornare in uno stato precedente;
  • Il modello e l’organizzazione identificano l’uomo e riflettono la sua integrità innovativa;
  • L’essere umano  è caratterizzato dalla capacità di astrazione (separare i concetti dal contesto ed analizzarli) e di immaginazione (saper cogliere il percepito e relazionarlo con il conosciuto) il linguaggio e il pensiero, la sensazione e l’emozione.

Da questi, se ne ricavano quattro concetti fondamentali per la sua teoria sui campi di energia:

  • Campi di energia: costituisce l’unità fondamentale sia dell’ambiente animato che inanimato. I campi di energia sono infiniti, aperti e si integrano l’uno con l’altro ma ve ne sono due irrudicibili che sono quello umano e quello ambientale;
  • Sistema aperto: essendo i campi di energia infiniti e aperti, essi interagiscono l’uno con l’altro in continuazione;
  • Pattern (modello): lo scambio di energia tra più campi è definito secondo un modello, che viene percepito come un’onda continua, a seconda delle situazioni vi sono diversi pattern/modelli;
  • Quadridimensionalità: tutta la realtà è in quattro dimensioni ed è dove avvengono questi interscambi, ossia un dominio non lineare senza attributi spaziali o temporali.

Da questi concetti, la Rogers definisce i principi della omeodinamica come base per l’applicazione del nursing al servizio dell’umanità:

  • Integralità: E’ un processo persistente, contemporaneo e reciproco tra i campi di energia, quello umano e quello ambientale, in cui i mutamenti che si susseguono avvengono nel continuo rispetto delle proprie sfere. Un interazione continua tra l’uomo e l’ambiente (animato ed inanimato).
  • Risonanza: cioè la fusione del campo umano e di quello ambientale per mezzo di modelli di onde che rivelano i continui cambiamenti, procedendo da onde lunghe a bassa frequenza a onde corte ad alta frequenza. Il cambiamento permanente tra uomo e ambiente, infatti, avviene mediante modelli di onde.
  • Sincronia:Il cambiamento del campo umano dipende soltanto dallo stato del campo stesso e dello stato simultaneo del campo ambientale rispetto ad un dato punto nello spazio-tempo. Uomo ed Ambiente sono collocati nello stesso punto quadridimensionale. La sincronia è una funzione in un punto specifico nello spazio-tempo del campo umano che interagisce con il campo ambientale.
  • Elicità: Rappresenta i cambiamenti che avvengono fra il campo umano e quello ambientale. Questi cambiamenti: continui, sempre diversi, seguendo regole di probabilità, con manifestazioni di ritmicità irripetibili e che si possono rappresentare lungo un asse longitudinale a spirale legato alle dimensioni spazio-tempo.

Il metaparadigma secondo la Rogers:

  • Persona: l’uomo è considerato come un insieme indivisibile e indistinguibile di fattori fisici, biologici, psicologici, sociali, culturali e spirituali
  • Ambiente: tutto ciò che è esterno all’uomo e con il quale l’uomo scambia continuamente energia;
  • Salute: è un’armoniosa e dinamica interazione uomo-ambiente che non tende all’equilibrio, ma all’evoluzione;
  • Assistenza infermieristica: è sia una scienza che un’arte, è un insieme di conoscenze astratte coadiuvate dalla ricerca scientifica e dalla analisi logica. Questo insieme di conoscenze racchiude i principi descrittivi, esplicativi e di previsione dell’assistenza infermieristica, mentre la pratica dell’assistenza racchiude l’arte dell’assistenza infermieristica ed utilizza l’insieme di conoscenze astratte per servire l’umanità. Quando migliora e si accompagna alla pratica, la scienza assistenziale assume nuove dimensioni artistiche. Il legame di teoria e pratica realizza i fini sociali, obiettivo dell’assistenza infermieristica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: