News Attualità
MEDICINA DIFENSIVA: Il paradosso di temere medico e paziente

Definizione

La medicina difensiva consiste nella pratica con la quale il medico difende se stesso contro eventuali azioni di responsabilità medico legali seguenti alle cure mediche prestate. La medicina difensiva può essere positiva o negativa.

  • Quando parliamo di medicina difensiva positiva, ci riferiamo ad un comportamento cautelativo di tipo preventivo. Il medico prescriverà decine di esami diagnostici, talvolta anche poco utili, per produrre documentazione clinica in vista di una possibile ritorsione legale del paziente.
  • Quando invece parliamo di medicina difensiva negativa facciamo riferimento a quel comportamento messo in atto dal medico in vista di interventi ad alto rischio. Il medico dunque procederà per una linea di cura meno rischiosa, ma spesso non efficace.

Il problema

Questo genere di comportamenti rimangono nella linea di condotta della legalità, eppure ogni anno, questo problema, più etico che legale, ci presenta conti sempre più salati. Marcello Ciaccio, presidente nazionale Sibioc (Società Italiana di Biochimica e Biologia Molecolare Clinica), nella sua ultima stima, ha affermato che il numero degli esami clinici stanno aumentando del 20% ogni anno. Questo incremento è riscontrabile anche nel campo degli esami diagnostici e della spesa farmaceutica dei pazienti.

  1. Ma quali sono le cause di questo problema che mette a rischio la nostra salute e il nostro portafoglio?
    I pazienti. Le uniche cause di questa assurda situazione, sono i comportamenti perpetuati da alcuni pazienti nei confronti della professione medica e infermieristica. I risultati più evidenti, oltre alla medicina difensiva, è la grave mancanza di nuovi giovani chirurghi, demotivati dai rischi che la specialistica comporta.
  2. Quali sono i dati delle denunce in Italia da parte dei pazienti nei confronti dei medici?
    Sono circa 34.000 l’anno le denunce dei cittadini nei confronti di ospedali o personale sanitario.Di queste 34.000 denunce:
  • le parzialmente risarcite sono lo 0.9%
  • Le cause chiuse sono attorno al 30%,
  • quelle senza seguito si aggirano intorno al 24%,
  • quelle tuttora in corso sono circa il 43%
  • quelle totalmente respinte intorno al 1.9%.

Le Cause – Una guerra combattuta in TV

I mass media servono per pubblicizzare, divulgare e talvolta anche spaventare. La dimostrazione viene da uno spot proposto da alcuni avvocati, che per far conoscere il servizio da loro offerto, hanno deciso di incitare alla denuncia direttamente sui canali RAI. Uno spot che, nonostante le critiche, ha funzionato. Il motivo è da ricercare nelle continue notizie solo parzialmente vere o mal-riportate che fingono di denunciare casi di “malasanità” e che inondano giornali, telegiornali, talk-show e programmi TV. Medici e chirurghi, non hanno fatto attendere la propria risposta, creando e condividendo due video indirizzati a queste agenzie di avvocatura.

Di seguito i Video sopracitati.

Le conseguenze

Le conseguenze più evidenti sono: l’aumento dei costi per la sanità pubblica e privata, il diffondersi della paura nell’esercizio della professione medica. Già ci sono le prime avvisaglie di specialità chirurgiche, cosiddette a rischio, che non hanno studenti. Così come medici che cambiano specialità o diminuiscono gli interventi complicati, quando possibile, soprattutto nel privato accreditato.

  • Aumento dei costi: si stima in cifre assolute una spesa, per la medicina difensiva di circa 13 miliardi di euro, pari al 11.8% dell’intera spesa sanitaria.
  • Paura nell’esercizio della professione medica: Specialistiche quali quelle chirurgiche diventano meno allettanti, e tutte quelle specialistiche di emergenza-urgenza vengono lentamente abbandonate per paura di ritorsione legale.

Le soluzioni

Abbiamo voluto inserire questa sezione, purtroppo, tranne che considerazioni personali, non esistono fonti autorevoli su cui fare affidamento.

Le soluzioni (considerazione personale):

  • Modificare la legislatura in campo sanità
  • Fare informazione al cittadino
  • Instaurare una commissione disciplinare pubblica responsabile.
  • Escludere agenzie di avvocatura affaristiche private.

 

  1. Medicina difensiva, esami clinici aumentano del 20% all’anno. http://salute24.ilsole24ore.com/articles/19665
  2. Cause agli ospedali: «Sia il paziente a dimostrare lo sbaglio del medico» http://www.corriere.it/cronache/15_agosto_25/cause-ospedali-proposta-ministero-salute-sia-paziente-dimostrare-sbaglio-medico-b6a316b0-4af3-11e5-9f12-8a25e5d314d3.shtml?refresh_ce-cp

  3. Rapporto medico e paziente: i pericoli della medicina difensiva https://www.cineas.it/index.php?pag=223
  4. La Medicina Difensiva in Italia in un quadro comparato: problemi, evidenze e conseguenze. https://art.torvergata.it/retrieve/handle/2108/67598/121762/La%20medicina%20difensiva%20in%20Italia%20in%20un%20quadro%20comparato%20_Problemi,%20evidenze%20e%20conseguenze.pdf
  5. Medicina Difensiva – Ministero della Salute http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_notizie_1994_listaFile_itemName_0_file.pdf

About the author

Nato a Maglie in Provincia di Lecce, laureato in Infermieristica presso l'Università degli Studi di Siena. Presta servizio inizialmente presso un poliambulatorio specialistico specializzandosi nella lettura di ECG. Diviene Istruttore di BLSD Adulto e Pediatrico dell'American Heart Association. Nel Marzo 2015 lavora come Staff Nurse in Chirurgia d'Urgenza, presso il Darlington Memorial Hospital a Darlington (United Kingdom). Nel Giugno 2017 ottiene il ruolo di Surgical Nurse Practitioner in Clinical Decision Unit dove si specializza nell'assessment del paziente chirurgico e il trattamento farmacologico. E' ideatore e fondatore di TheNursingPost.com. Ricopre le cariche di: -Presidente dell'Associazione Culturale "Ad Maiora" attiva nel campo della divulgazione scientifica -Supplente dei Revisori dei Conti del Collegio IPASVI di Lecce -Presidente dei Revisori dei Conti del Nucleo CIVES di Lecce

Related Post

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

The Nursing Post

webmaster@thenursingpost.com

Ideato, creato e gestito da mircopila

Desclaimer TNP
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. info@thenursingpost.com