News Attualità
Tavolo per riforma ticket sanità, ma resta nodo risorse

(di Manuela Correra – ANSA)  L’avvio di un Tavolo di confronto, il cui primo incontro è in programma per il 19 aprile, e l’obiettivo di arrivare a formulare proposte concrete entro l’Estate. Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin e le Regioni, nella riunione di oggi presso il dicastero, hanno fissato l’agenda ed i tempi per arrivare alla revisione del sistema dei ticket sanitari, già prevista dal Patto per la salute 2014.
Ma sullo sfondo resta il nodo delle risorse: nell’ipotesi che i ticket vengano definitivamente aboliti, le Regioni chiedono sia loro comunque garantito il gettito di 3 mld attualmente derivato dal ‘sistema ticket’.
Una “piena disponibilità” al confronto arriva dalle Regioni: “Bisogna – ha affermato il coordinatore degli assessori regionali alla Sanità, Antonio Saitta, al termine dell’incontro di oggi – affrontare il tema della compartecipazione alla spesa sanitaria, come previsto dal Patto per la salute 2014, con l’obiettivo anche di omogeneizzare il sistema su tutto il territorio nazionale”.
Per ora, ha precisato, “non ci sono ancora proposte definite sul tavolo. E’ un percorso di lavoro che sta iniziando.
Tuttavia, resta il nodo del gettito di 3 mld di euro, derivati attualmente dai ticket sanitari: è una quota che, nell’eventualità dell’abolizione dei ticket – ha rilevato – va garantita alle Regioni, per evitare una riduzione del Fondo e, dunque, delle attività sanitarie”.
Posizione condivisa pure dagli assessori alla Sanità del Veneto, Luca Coletto, e dell’Emilia Romagna, Sergio Venturi. E favorevole all’abolizione del cosiddetto ‘superticket nazionale’ di dieci euro sulla specialistica e di tutti i ticket regionali in essere, si è detto il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia.
Il lavoro si preannuncia dunque intenso, e se al momento “non sussistono ipotesi precostituite di revisione – sottolineano ministero e Regioni -, è comune l’obiettivo di rivedere il sistema di compartecipazione secondo principi di equità, solidarietà e universalismo”. Insomma, commenta Venturi, la revisione deve comunque andare nella direzione di una partecipazione alla spesa più equa per i cittadini, perché “non ci può essere uno stesso criterio per chi guadagna zero e chi guadagna cento”.
Con queste premesse partirà dunque il lavoro del Tavolo, che sarà composto da tecnici designati dalla commissione Salute, dal ministero della Salute, dal Ministero dell’Economia e da Agenas.
Saranno chiamati a contribuire ai lavori anche tecnici qualificati esterni.
“Abolire i ticket è sempre stata una nostra richiesta. Il ministro, però, dica anche come intende garantire a tutti i cittadini, soprattutto ai più poveri, l’accesso al Servizio Sanitario Nazionale”, commentano in una nota congiunta Cgil nazionale e Fp Cgil nazionale.
Partire dalla eliminazione del super-ticket di 10 euro sulla prestazioni specialistiche è invece la richiesta di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato. Ciò, sottolinea l’associazione, per “rilanciare il Servizio sanitario e garantire ai cittadini accesso alle cure”.

About the author

Nato a Maglie in Provincia di Lecce, laureato in Infermieristica presso l'Università degli Studi di Siena. Presta servizio inizialmente presso un poliambulatorio specialistico specializzandosi nella lettura di ECG. Diviene Istruttore di BLSD Adulto e Pediatrico dell'American Heart Association. Nel Marzo 2015 lavora come Staff Nurse in Chirurgia d'Urgenza, presso il Darlington Memorial Hospital a Darlington (United Kingdom). Nel Giugno 2017 ottiene il ruolo di Surgical Nurse Practitioner in Clinical Decision Unit dove si specializza nell'assessment del paziente chirurgico e il trattamento farmacologico. E' ideatore e fondatore di TheNursingPost.com. Ricopre le cariche di: -Presidente dell'Associazione Culturale "Ad Maiora" attiva nel campo della divulgazione scientifica -Supplente dei Revisori dei Conti del Collegio IPASVI di Lecce -Presidente dei Revisori dei Conti del Nucleo CIVES di Lecce

Related Post

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

The Nursing Post

webmaster@thenursingpost.com

Ideato, creato e gestito da mircopila

Desclaimer TNP
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. info@thenursingpost.com