News Attualità
Medagliette in vagina, fiori ed insulti per curare le malattie: Il mito della “Dott.ssa” Mereu

Chi non conosce la “dottoressa” Mereu? Dopo lo scalpore fatto con il servizio delle iene qualche anno fa, questa dottoressa è divenuta famosa per le sue pratiche lontane dalla medicina tradizionale ed altamente rischiose. Il motivo? Consiglia, senza però mai dichiararlo ufficialmente, di abbandonare le cure tradizionali per intraprendere una terapia a base di insulti per i paraplegici, fiori per pazienti oncologici ed epilettici e medagliette della madonna in vagina per curare le poliposi.

Per chi di voi non la conoscesse sono certo che le mie parole hanno suscitato ilarità e incredulità ma purtroppo è tutto reale. Prima di andare avanti lascio il link delle puntate da vedere direttamente dal sito delle Iene riguardanti la “Dott.ssa” Mereu.  LINK 1 Puntata / LINK 2 Puntata

Elenchiamo dunque gli strumenti principali usati dalla Mereu:

Fiori di Bach

Una delle terapie usate maggiormente dalla “Dott.ssa” Mereu sono proprio i fiori di Bach. Alla base della floriterapia di Bach è il principio secondo il quale, nella cura di una persona, devono essere prese in considerazione soltanto le sue emozioni e la sua personalità, le quali determinerebbero il sintomo manifesto nel fisico: il singolo fiore sarebbe in grado di dare il via al processo di trasformazione dell’emozione negativa nel suo tratto positivo, con una conseguente scomparsa del sintomo fisico, essendo quest’ultimo ritenuto il disturbo finale di un disagio originatosi a un altro livello, molto più profondo. Ripetute e approfondite ricerche mediche e scientifiche NON hanno dimostrato alcun effetto terapeutico dei fiori di Bach.

Terapia Verbale

La Terapia Verbale è una disciplina fondata in Italia dalla suddetta “dott.ssa” Gabriella Mereu, medico radiato dall’albo alcuni anni fa. Secondo questa “terapia” l’operatore deve agire in base ai presupposti della Terapia Verbale ed il paziente deve almeno temporaneamente considerarli veri affinché questa funzioni, anche se né l’operatore né il paziente devono necessariamente accettarli dogmaticamente e completamente in senso stretto. In sostanza dire ad un paziente tetraplegico di alzarsi e camminare perché è solo un “paraculo” (termine utilizzato dalla Mereu stessa nei convegni) basterebbe per riportare il paziente a correre felice. Ovviamente questa teoria è fortemente criticata dalla comunità medica, non basandosi su nessun principio scientifico.

Grafologia

La grafologia è una tecnica largamente usata dalla Mereu (frase preferita: “tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino”). Questa tecnica presume di dedurre alcune caratteristiche psicologiche di un individuo attraverso l’analisi della sua grafia. La validità e l’attendibilità di questa tecnica non sono mai state validate scientificamente, la sua attendibilità risulta quindi pressoché nulla. Ricordiamo che la Grafologia poco centra con le perizie calligrafiche che servono per validare soltanto la paternità della grafia.

Rito della Medaglietta

Il Rito della medaglietta consta nell’infilare dentro la vagina una medaglietta con l’immagine della Madonna. Dopo l’estrazione dell’oggetto bisogna seppellirlo sottoterra e pronunciare “la religione ammala, la religione guarisce” per ottenere grandi risultati. Questo non solo non ha fondamento scientifico (e mi sembra pur ovvio) ma è veramente sintomo di un grave sconforto mentale dell’ideatore.

Quanto scritto credo basti per comprendere qual’è il lavoro di questa donna, che fortunatamente qualche anno fa è stata radiata dall’albo dei medici (Leggi l’articolo), anche se continua a conservare centinaia di seguaci. Da quando si è trasferita in Ticino anche le trasmissioni Svizzere si stanno occupando del caso (di seguito il servizio di Patti Chiari)

About the author

Nato a Maglie in Provincia di Lecce, laureato in Infermieristica presso l'Università degli Studi di Siena. Presta servizio inizialmente presso un poliambulatorio specialistico per poi divenire Istruttore di BLSD Adulto e Pediatrico dell'American Heart Association. Attualmente lavora come Staff Nurse in Chirurgia, presso il Darlington Memorial Hospital a Darlington (United Kingdom). E' ideatore e fondatore di TheNursingPost.com. Ricopre le cariche di: -Presidente dell'Associazione Culturale "Ad Maiora" attiva nel campo della divulgazione scientifica -Revisore dei Conti del Collegio IPASVI di Lecce -Presidente dei Revisori dei Conti del Nucleo CIVES di Lecce

Related Post

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

The Nursing Post

webmaster@thenursingpost.com

Ideato, creato e gestito da mircopila

Desclaimer TNP
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. info@thenursingpost.com