Biblioteca
Gastrite: Qualche informazione utile…

(Il Seguente articolo non si sostituisce ad un consulto medico)

La gastrite è una malattia infiammatoria della mucosa gastrica, sono diverse le cause che portano a tale manifestazione e ne esistono innumerevoli tipi, suddivise nella maniera classica: gastriti acute e croniche.

La gastrite colpisce la mucosa gastrica dello stomaco e si presenta nella forma acuta o cronica. Le cause della gastrite possono essere molteplici, dall’abuso di farmaci o alcol, alimentazione sbagliata o, nella maggior parte dei casi, la presenza del batterio Helycobacter Piroli.

Nonostante la gastrite sia un problema passeggero e poco preccupante, è bene non trascurarla e seguire i consigli del medico. Oltre ai principali fastidi (difficoltà a mangiare a causa degli intensi bruciori), questa infiammazione della mucosa gastrica se non viene adeguatamente curata può nel tempo aggravarsi portando alla formazione delle ulcere gastriche e nei casi peggiori, del tumore allo stomaco.

  • La gastrite acuta comune è spesso dovuta all’abuso di alcol, FANS, alimenti irritanti ed iperlipidici o ad un’indigestione. Meno frequentemente, la gastrite acuta è conseguenza di traumi, ustioni, ipovolemia od assunzione di sostanze chimiche irritanti.
  • La gastrite cronica, invece, trova più spesso spiegazione nelle infezioni sostenute da Helicobacter pylori.

Comportamenti da Attuare:

  • Adottare un regime dietetico sano ed equilibrato
  • Consumare frutta lontano dai pasti perché può creare gonfiore gastrico
  • Rispettare gli orari dei pasti.
  • Abbinare correttamente i cibi. Ad esempio, un rimedio per la gastrite di origine alimentare è evitare l’accostamento proteine + carboidrati (specie se semplici) in grandi quantità
  • Fare una passeggiata dopo un pasto per favorire la digestione ed evitare che il cibo ristagni troppo tempo nello stomaco
  • Dilazionare i pasti in tanti spuntini
  • Limitare quanto possibile l’assunzione di FANS. (Chiedere al proprio medico un eventuale associazione con farmaci gastroprotettori qualora non sia possibile eliminare i FANS)
  • Ridurre lo stress. L’attività Fisica è una buona soluzione
  • Dedicarsi ad una pratica sportiva
  • Rivolgersi immediatamente al medico in caso di vomito o feci sanguinolente associate alla gastrite
  • Bere molta acqua.

Comportamenti VIETATI:

  • Bere alcolici. L’alcool è responsabile in percentuali alte alla formazioni di gastriti acute.
  • Assumere FANS in quantità eccessiva.
  • Fumare: anche il fumo, come l’alcol, irrita la mucosa gastrica accentuando i sintomi della gastrite
  • Assumere latte e derivati immediatamente dopo la somministrazione di antibiotici come le tetracicline: i latticini possono inattivare il farmaco
  • Temporeggiare: quando si sospetta una gastrite, si raccomanda di rivolgersi immediatamente al medico per iniziare quanto prima un eventuale trattamento specifico
  • Bere pochi liquidi. L’acqua è un rimedio eccezionale per prevenire la disidratazione in caso di gastrite associata a diarrea o vomito
  • Abbuffarsi può rendere difficoltosa la digestione, dilatando i tempi di permanenza del cibo nello stomaco
  • Digiunare. Il digiuno, specie se prolungato, aumenta l’acidità di stomaco accentuando i sintomi della gastrite. E’ importante fare piccoli spuntini.

Cosa Mangiare

  • Assumere yogurt con fermenti lattici vivi od un probiotico in caso di terapia antibiotica prolungata (per rafforzare le difese immunitarie)
  • Assumere tanta frutta e verdura, in quanto ricca di antiossidanti (vitamina C ed E)
  • Latte (alimento alcalino in grado di tamponare l’acidità gastrica). Preferire il latte scremato o parzialmente scremato a quello intero. Non eccedere con le dosi.
  • Carciofi, ortica, patata, banana, cavolo
  • Carni bianche, pesce magro, formaggi magri non fermentati
  • Preferire l’olio extravergine d’oliva
  • Vegetali di color arancio (fatta eccezione per gli agrumi)
  • Semi di sesamo
  • Avena e riso integrale

Cosa NON Mangiare

  • Evitare il consumo di alimenti di difficile digestione, come intingoli, fritture ed alimenti ricchi di grassi
  • Caffè, tè, bibite a base di matè, guaranà, cola
  • Vino (limitarne il consumo)
  • Peperoncino ed alimenti piccanti in genere
  • Carni e pesci grassi, pesci affumicati, formaggi grassi fermentati
  • Bibite gassate
  • Alimenti freddi come gelati e ghiaccioli a stomaco vuoto
  • Spezie, compresi pepe, aglio e peperoncino
  • Pomodori, frutta secca e frutta acida
  • Cibi crudi o poco cotti (evitare questi cibi costituisce una forme preventiva per le infezioni da H. pylori, batterio che può infettare l’uomo attraverso l’ingestione di carni crude o poco cotte)

Cure e Rimedi naturali

  • Per velocizzare la guarigione, si consiglia di assumere tisane formulate con principi attivi estratti da piante mucillaginose e gastroprotettive:
    • Aloe vera Gel (non aloe succo, che può accentuare la pirosi gastrica a causa degli antrachinoni)
    • Camomilla (Chamomilla recutita) → proprietà lenitive, spasmolitiche, antinfiammatorie ed antibatteriche
    • Malva (Malva sylvestris) → azione antinfiammatoria sulle mucose gastriche
    • Altea (Althaea officinalis L.) → proprietà emollienti ed antinfiammatorie
    • Acido alginico, utile rimedio per proteggere la parete dello stomaco da gastrite ed ulcere
    • Liquirizia (Glycyrrhiza glabra) → grazie all’azione benefica esercitata a livello gastrico, la liquirizia è un rimedio naturale per la gastrite. Controindicata in caso di ipertensione
    • Menta piperita (Mentha piperita) → attività antispastica sulle cellule muscolari lisce dell’apparato digerente

Cure Farmacologiche (Attenzione! Chiedere al proprio Medico)

  • Inibitori della pompa protonica (IPP):
    • Pantoprazolo (es. Peptazol, Pantorc, Nolpaza, Gastroloc)
    • Lansoprazolo (es. Pergastid, Lomevel, Lansox)
  • Antiacidi:
    • Idrossido di alluminio + idrossido di magnesio (Maalox plus)
    • carbonato di calcio
    • bicarbonato di sodio
  • Protettori della mucosa gastrica:
    • Sucralfato (es. Degastril, Citogel, Teva)
    • Composti del bismuto (es. bismuto salicilato)
  • Antibiotici: da assumere esclusivamente in caso di accertata infezione da H. pylori nel contesto della gastrite:
    • amoxicillina (es. Augmentin, Klavux)
    • metronidazolo (es. Metronid, Deflamon)Gli antibiotici devono essere associati a sucralfato e/o IPP

Prevenzione

  • Lavare spesso le mani con acqua e sapone per minimizzare il rischio d’infezioni da Helicobacter pylori. Si ritiene possibile che il batterio venga trasmesso da soggetto a soggetto mediante l’assunzione di cibo od acqua infetti
  • Mangiare cibi ben cotti per evitare infezioni da H. pylory
  • Ridurre lo stress
  • Non bere alcolici
  • Non fumare
  • Limitare quanto possibile la somministrazione di FANS
  • Seguire una dieta sana e bilanciata, priva di eccessi ed alimenti potenzialmente irritanti per la mucosa gastrica, è un valido rimedio per prevenire la gastrite

 

 

Fonte: My Personal Trainer, Wikipedia, Gastrite.net

About the author

Nato a Maglie in Provincia di Lecce, laureato in Infermieristica presso l'Università degli Studi di Siena. Presta servizio inizialmente presso un poliambulatorio specialistico specializzandosi nella lettura di ECG. Diviene Istruttore di BLSD Adulto e Pediatrico dell'American Heart Association. Nel Marzo 2015 lavora come Staff Nurse in Chirurgia d'Urgenza, presso il Darlington Memorial Hospital a Darlington (United Kingdom). Nel Giugno 2017 ottiene il ruolo di Surgical Nurse Practitioner in Clinical Decision Unit dove si specializza nell'assessment del paziente chirurgico e il trattamento farmacologico. E' ideatore e fondatore di TheNursingPost.com. Ricopre le cariche di: -Presidente dell'Associazione Culturale "Ad Maiora" attiva nel campo della divulgazione scientifica -Supplente dei Revisori dei Conti del Collegio IPASVI di Lecce -Presidente dei Revisori dei Conti del Nucleo CIVES di Lecce

Related Post

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

The Nursing Post

webmaster@thenursingpost.com

Ideato, creato e gestito da mircopila

Desclaimer TNP
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. info@thenursingpost.com