Biblioteca
FUMO: Uno dei 5 Grandi Assassini

Il Fumo è uno dei 5 “Grandi Assassini” insieme a Ipertensione, Diabete, Obesità e Vita Sedentaria. Ovviamente una compresenza di due o più fattori determinano un altissimo rischio cardiovascolare. Ancora è poco chiaro capire perché si cominci a fumare, ma le dinamiche che impediscono di smettere invece sono ben definite. Nonostante i rischi che si corrono, i danni ricevuti e la presenza, nella storia clinica del paziente, di eventi acuti molto gravi,solo il 50% dei pazienti riesce a smettere. Un dato determinante nella lotta alla dipendenza.

 

La Dipendenza di Nicotina – Come Funziona

La nicotina è una droga capace di causare un alto livello di dipendenza. Come qualsiasi altra droga stimola i centri del piacere e causa un aumento immediato di Pressione Arteriosa e Frequenza Cardiaca. L’accelerazione iniziale causata dalla nicotina dura circa 40 minuti, appena inizia a scemare l’organismo ne necessità dell’altra. Successivamente la Nicotina inizierà ad avere un effetto rilassante, una qualità che è molto richiesta, sopratutto in momenti di Ansia, Stress ed irrequietezza che spesso però sono causati dall’astinenza da Nicotina. Ovviamente si instaurerà un circolo vizioso di cui è difficile uscire.

 

Fumo e Malattie Cardiache

Il fumo provoca gravi patologie cardiache, e questo è assodato sin dagli anni 60 grazie allo studio di Framingham. Il fumo danneggia l’endotelio delle arterie, la prima linea di difesa contro il colesterolo LDL, favorendo così la formazioni di alcune patologie tra cui l’aterosclerosi.

 

Tra gli effetti dannosi del fumo abbiamo:

  1. Aumento della pressione Sanguigna
  2. Aumento della frequenza Cardiaca.
  3. Aumento del lavoro del Cuore
  4. Attiva e le piastrine.
  5. Provoca Aritmie.
  6. Riduce la capacità del sangue di trasportare ossigeno.
  7. Favorisce gli spasmi cardio-arteriosi
  8. Danneggia il rivestimento delle arterie (endotelio)
  9. Riduce i livelli di colesterolo buono (HDL)

 

C’è da ricordare, però, che il fumo non danneggia solo le arterie cardiache, ma in generale tutte quelle presenti nel nostro organismo. Di conseguenza favorisce l’insorgere di ictus, malattie vascolari periferiche e disfunzione erettile. Inoltre è risaputo che fumatori hanno una alta percentuale di incorrere a complicanze gravi in seguito ad interventi chirurgici. Ricordiamo anche, che il fumo passivo è colpevole di circa il 40% dei decessi da malattia cardiovascolare.

 

NON E’ MAI TROPPO TARDI!

La buona notizia per i fumatori è che smettere di fumare fa la differenza a qualsiasi età:

  • Un anno dopo aver smesso di fumare il rischio di una malattia coronarica scende del 50%
  • Il rischio di cancro si abbassa notevolmente
  • I disturbi associati al tabacco si riducono

 

Smettere di Fumare

Non esistono metodi miracolosi per smettere di fumare. Inoltre le soluzioni alternative offerte (cerotti, sigaretta elettronica ed altro) risultano poco efficaci. Ovviamente per smettere di fumare ci vuole tanta forza di volontà e magari un supporto psicologico e farmacologico laddove è richiesto.  Consigliamo questi due articoli per saperne di più:

BEST PRACTICE – CESSAZIONE DAL FUMO

DOSSIER INFAD – STRATEGIE PER SMETTERE DI FUMARE

Il Dr.Matthew S. DeVane consiglia di non preoccuparsi eccessivamente del possibile aumento di peso che si potrebbe sperimentare in piena cessazione dal fumo. Infatti a dire del Cardiologo qualche chilo in più può essere trascurabile se per brevi periodi.

Inoltre consiglia di seguire queste piccole indicazioni:

  • Mantenersi Attivi ed Impegnati
  • Evitate luoghi e situazioni in cui solitamente si fuma
  • Frequentare non fumatori
  • Utilizzare cibi o snack sani per sostituire l’abitudine della sigaretta
  • Evitare gli alcolici, i bar e altri elementi che scatenano la voglia di fumare
  • Non arrendersi se magari si riprendere a fumare una sigaretta o due, ma riprendere il programma di disintossicazione ancora più determinati
  • Avvertire tutti i propri conoscenti che si sta cercando di smettere di fumare e di conseguenza che serve il loro aiuto
  • Pensare che si otterrà un aspetto fisico migliore , si avrà più energia e ci si sentirà meno limitati, ci si libererà da numerosi disturbi e della cattivo odore del fumo.

 Conclusioni

  • Ogni sigaretta toglie circa 5 minuti di vita.
  • Smettere di fumare riduce il rischio di Tumori, Morte Improvvisa, Infarto ed Ictus.

Non esistono, dunque, motivazioni per non considerare la cessazione dal fumo. Consigliamo di rivolgersi al proprio Medico Curante per iniziare un piano di trattamento contro la dipendenza da nicotina.

 

 

FONTE: “INFARTO ADDIO: Un Cuore sempre in Forma” Cap5: Attenzione ai cinque “Grandi Assassini” pag 83 – 88

 

About the author

Nato a Maglie in Provincia di Lecce, laureato in Infermieristica presso l'Università degli Studi di Siena. Presta servizio inizialmente presso un poliambulatorio specialistico per poi divenire Istruttore di BLSD Adulto e Pediatrico dell'American Heart Association. Attualmente lavora come Staff Nurse in Chirurgia, presso il Darlington Memorial Hospital a Darlington (United Kingdom). E' ideatore e fondatore di TheNursingPost.com. Ricopre le cariche di: -Presidente dell'Associazione Culturale "Ad Maiora" attiva nel campo della divulgazione scientifica -Revisore dei Conti del Collegio IPASVI di Lecce -Presidente dei Revisori dei Conti del Nucleo CIVES di Lecce

Related Post

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

The Nursing Post

webmaster@thenursingpost.com

Ideato, creato e gestito da mircopila

Desclaimer TNP
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. info@thenursingpost.com