Biblioteca
Gestione della Nausea e del Vomito nel Trattamento Chemioterapico

stacks_image_192_1Tra i sintomi più comuni derivanti dal trattamento chemioterapico abbiamo la Nausea ed il Vomito.

Nonostante gli alti livelli raggiunti nella preparazione di farmaci chemioterapici, la Nausea ed il Vomito restano un tema assai discusso nel campo del Cancer Care. L’importanza dell’adeguata gestione dei due sintomi, deriva dal rischio di riduzione della compliance del paziente nei confronti della terapia.

Secondo la ASCC e la Società Europea per l’Oncologia Medica, la Nausea ed il Vomito anticipatori compaiono nel 20% dei pazienti entro il 4 ciclo chemioterapico; un dato che però è in diminuzione, a dimostrazione del fatto che la profilassi antiemetica è in miglioramento.

 

RISCHI

I rischi di avere Nausea e Vomito Anticipatori sono più alti:chronic_nausea

  1. Nelle donne

  2. Nelle donne che hanno sofferto di Nausea in Gravidanza.

  3. Nei pazienti già sottoposti a Cicli chemioterapici e che hanno già avuto i suddetti sintomi.

  4. Nei soggetti con una storia di Cinetosi e di scarso o nullo consumo di alcol si associano sempre più spesso alla comparsa di nausea e vomito da chemioterapia.

  5. Nei pazienti con superiore ai 50 anni

  6. Nei Soggetti Ansiosi

  7. In chi sperimenta sudorazione dopo il primo trattamento chemioterapico.

 

 

domperidone-allertaTRATTAMENTO

Il trattamento non varia a seconda dei fattori che presagiscono la possibilità di avere Nausea e Vomito Anticipatori.

Tra i farmaci maggiormente usati abbiamo:

  • Antagonisti della serotonina

  • Corticosteroidi utilizzati nella gestione di nausea e vomito acuti. (IN ACUTO)

  • Antagonisti della neurochinina-1 (NK-1) in genere associati con il desametasone. (IN ACUTO E RITARDATO)

  • Benzodiazepine (l’efficacia si riduce progressivamente)

Il trattamento migliore, secondo le ultime linee guida, è proprio la terapia che agisce sui sintomi acuti e ritardati. Anche gli esercizi per favorire il rilassamento muscolare e la terapia comportamentale migliora la risposta a questi sintomi.

 

 

click_salute_15_cibi_nauseaPREVENZIONE

Per prevenire la nausea si ricorda di:

  1. Consumare cibi facilmente digeribili, sopratutto in prossimità dei trattamenti.

  2. Sostituire i 3 pasti principali a 6 più piccoli e frequenti.

  3. Consumare i pasti possibilmente alla stessa ora, mangiare lentamente masticando con cura e prendendosi il tempo necessario per consumare il pasto.

  4. Evitare Dolci, Spezie, Grassi o Cibi Fritti.

  5. Bere spesso durante la giornata e ridurre la quantità durante i pasti.

  6. Cuocere le Verdure, riducendo il consumo di quelle crude.

  7. Farsi aiutare da Amici o Parenti per la cottura dei pasti (in modo da evitare gli odori della cucina)

  8. Mangiare cibi Secchi, fette biscottate o Toast, prima dei pasti.

  9. Non sforzarsi nel mangiare e non aspettare che aumenti troppo la fame.

  10. Non coricarsi per almeno due ore dopo aver mangiato

  11. adottare l’abitudine di camminare dopo pranzo, per evitare reflussi, nausea e vomito.

  12. Praticare esercizi di rilassamento per prevenire la nausea

 

 

PICCOLI CONSIGLI PER TRATTARE LA NAUSEA

  • Fare profondi respiri e rilassarsi

  • Masticare pezzettini di ghiaccio, fino al momento in cui a nausea non è regredita

  • Sorseggiare piccole quantità di cola sgasata

  • Nel regredire della nausea assumere in modo graduale altri cibi e liquidi più consistenti (ad esempio Succo di Frutta) per poi tornare gradualmente ad una dieta normale

  • Preferire posate in plastica

  • ricordarsi di avvisare in tempo il medico o l’infermiere.

 

 

FONTE: L’INFERMIERE n.1 Novembre 2013 Pag 24-25

About the author

Nato a Maglie in Provincia di Lecce, laureato in Infermieristica presso l'Università degli Studi di Siena. Presta servizio inizialmente presso un poliambulatorio specialistico specializzandosi nella lettura di ECG. Diviene Istruttore di BLSD Adulto e Pediatrico dell'American Heart Association. Nel Marzo 2015 lavora come Staff Nurse in Chirurgia d'Urgenza, presso il Darlington Memorial Hospital a Darlington (United Kingdom). Nel Giugno 2017 ottiene il ruolo di Surgical Nurse Practitioner in Clinical Decision Unit dove si specializza nell'assessment del paziente chirurgico e il trattamento farmacologico. E' ideatore e fondatore di TheNursingPost.com. Ricopre le cariche di: -Presidente dell'Associazione Culturale "Ad Maiora" attiva nel campo della divulgazione scientifica -Supplente dei Revisori dei Conti del Collegio IPASVI di Lecce -Presidente dei Revisori dei Conti del Nucleo CIVES di Lecce

Related Post

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

The Nursing Post

webmaster@thenursingpost.com

Ideato, creato e gestito da mircopila

Desclaimer TNP
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. info@thenursingpost.com