Generale
OMS: Formare gli Operatori Sanitari per il trattamento dell'EBOLA

Liberia: I superstiti aiutano a formare gli operatori sanitari per la cura del virus Ebola

Ottobre 2014

Solo le persone che sono state infettate dal virus Ebola e guarite da questa esperienza traumatica possono spiegare l’importanza del trattamento medico ed infermieristico. Ecco perché un gruppo di 6 sopravvissuti Ebola sono stati invitati a svolgere un ruolo critico in un nuovo programma di formazione per gli operatori sanitari per la cura del virus Ebola.

OMS / P. Desloovere

Il lavoro con i sopravvissuti di Ebola si svolge in una finta unità di degenza e trattamento per l’ Ebola appositamente costruita, dove i tirocinanti simulano il lavoro che faranno successivamente con i pazienti. Prima di procedere a questo passo, completano un corso sulla gestione clinica e di acqua e servizi igienico-sanitari.

 

Soddisfare un bisogno urgente

“Ci siamo resi conto che abbiamo bisogno di un nuovo programma di formazione che sia in grado di preparare 400 operatori sanitari nelle prossime settimane per essere rapidamente collocati nelle nuove unità di trattamento Ebola,” spiega il dott Abdikamal Alisalad, coordinatore della formazione degli operatori. “Questo primo corso di formazione è previsto per essere replicato in futuro in altri centri in diverse parti del paese.”

Il primo gruppo di operatori sanitari ha iniziato il corso, che è composto da 50 partecipanti, ai primi di ottobre. I partecipanti sono stati selezionati dal Ministero della Salute e molti altri si sono presentati volontariamente per essere formati.

“Questa formazione mi insegnerà come aiutare la mia gente e come proteggere me stesso mentre assisto i miei pazienti.”

Zainab Sirleaf, infermiere e partecipante al programma di formazione OMS Ebola

Durante la seconda settimana del programma di formazione (in seguito gli esercizi in unità di trattamento finto), i partecipanti vengono distribuiti nelle varie unità di cura Ebola a Monrovia dove lavorano sotto la supervisione di personale medico qualificato. Alla fine della seconda settimana, ricevono un attestato che li qualifica per l’occupazione in unità di trattamento Ebola.

Mentre il primo gruppo inizia il proprio lavoro durante la seconda settimana, un nuovo gruppo di 50 allievi inizia il corso teorico. Ai candidati migliori verrà chiesto di essere di supporto alla formazione delle sessioni future.

 

liberia-etu-training0.310

Empowering operatori sanitari

Gli operatori sanitari sono tra i soggetti più ad alto rischio di infezione di Ebola.

In Liberia, 184 operatori sanitari sono stati infettati e più della metà di loro sono morti.

Allo stesso tempo, un certo numero di Ospedali hanno chiuso a causa dei timori derivanti dal fatto che si trovassero nelle zone calde per la diffusione dell’infezione. Il corso di Formazione Ebola è un occasione per gli operatori sanitari per formarsi e sentirsi preparati per affrontare la crisi.

 

OMS / P. Desloovere

“Nel nostro ospedale non abbiamo lavoriamo molto con malattie infettive. Non sapevamo come utilizzare i dispositivi di protezione. Negli ultimi mesi abbiamo lavorato nella paura e, dopo che due dei nostri colleghi sono stati infettati, l’ospedale ha chiuso. Entrambi i pazienti e gli operatori sanitari hanno paura “, spiega Zainab Sirleaf, infermiera presso l’Ospedale Avventista del Settimo Giorno  partecipante al programma di formazione OMS Ebola. “Questa formazione mi insegnerà come aiutare la mia gente e allo stesso tempo come meglio capire che cos’è l’Ebola e come posso proteggere me stessa, mentre assisto, in tutta sicurezza, gli altri”,

Nuove unità di trattamento avranno bisogno di personale

A Monrovia, 5 unità di trattamento Ebola, tra cui l’unità Island Clinic – che ha aperto a fine settembre con il sostegno di OMS – sono ora in funzione.Il Ministero della Salute della Liberia sta progettando di aprire altre 2 unità a Monrovia, e gli Stati Uniti d’America si è impegnata a costruire altre 17 unità in tutto il paese.

Questa maggiore capacità richiede un numero sostanziale di medici, infermieri, personale di supporto completamente formati nel trattamento del virus Ebola, nella prevenzione delle infezioni e nei problemi di controllo e di acqua e servizi igienici. Per un gruppo di 35 posti letto, circa 24 operatori sanitari sono necessari per turno, tra cui medici, infermieri, addetti alle pulizie e altro personale di supporto.

 

Traduzione di Infermieri-Italia.it

Testo originale su: http://www.who.int/features/2014/liberia-ebola-survivors/en/

About the author

Nato a Maglie in Provincia di Lecce, laureato in Infermieristica presso l'Università degli Studi di Siena. Presta servizio inizialmente presso un poliambulatorio specialistico specializzandosi nella lettura di ECG. Diviene Istruttore di BLSD Adulto e Pediatrico dell'American Heart Association. Nel Marzo 2015 lavora come Staff Nurse in Chirurgia d'Urgenza, presso il Darlington Memorial Hospital a Darlington (United Kingdom). Nel Giugno 2017 ottiene il ruolo di Surgical Nurse Practitioner in Clinical Decision Unit dove si specializza nell'assessment del paziente chirurgico e il trattamento farmacologico. E' ideatore e fondatore di TheNursingPost.com. Ricopre le cariche di: -Presidente dell'Associazione Culturale "Ad Maiora" attiva nel campo della divulgazione scientifica -Supplente dei Revisori dei Conti del Collegio IPASVI di Lecce -Presidente dei Revisori dei Conti del Nucleo CIVES di Lecce

Related Post

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: